Ogni Altro Suono 2022 – Marta De Pascalis // Carlos Casas

Info
18 Novembre 2022
21:00
Ogni Altro Suono
๐•๐ž๐ง๐ž๐ซ๐๐ขฬ€ ๐Ÿ๐Ÿ– ๐ง๐จ๐ฏ๐ž๐ฆ๐›๐ซ๐ž ๐จ๐ซ๐ž ๐Ÿ๐Ÿ:๐ŸŽ๐ŸŽ presso gli spazi di KORA – Centro del Contemporaneo, ๐Ž๐ ๐ง๐ข ๐€๐ฅ๐ญ๐ซ๐จ ๐’๐ฎ๐จ๐ง๐จ ๐Ÿ๐ŸŽ๐Ÿ๐Ÿ presenta
๐Œ๐š๐ซ๐ญ๐š ๐ƒ๐ž ๐๐š๐ฌ๐œ๐š๐ฅ๐ข๐ฌ // ๐‚๐š๐ซ๐ฅ๐จ๐ฌ ๐‚๐š๐ฌ๐š๐ฌ

๐๐ข๐ ๐ฅ๐ข๐ž๐ญ๐ญ๐จ ๐๐ข ๐ข๐ง๐ ๐ซ๐ž๐ฌ๐ฌ๐จ โ‚ฌ ๐Ÿ‘.๐ŸŽ๐ŸŽ – ๐Ÿ๐ซ๐ž๐ž ๐ฉ๐ž๐ซ ๐›๐š๐ฆ๐›๐ข๐ง๐ข
๐Œ๐š๐ซ๐ญ๐š ๐ƒ๐ž ๐๐š๐ฌ๐œ๐š๐ฅ๐ข๐ฌ
Marta De Pascalis รจ una musicista e sound-designer italiana di stanza a Berlino. Nel suo lavoro utilizza la sintesi analogica e un sistema di tape-loop per creare schemi di ripetizione che danno forma ad un senso di densa, dinamica e catartica โ€œdistanzaโ€.
Il suo suono tocca un’ampia gamma di generi di musica elettronica: l’ambient, le prime escursioni della scuola berlinese, la psichedelia e la tape music.
Ha prodotto tre album da solista: l’autoprodotto Quitratue (2014), Anzar per The Tapeworm label affiliata a Touch (2016) e Sonus Ruinae, pubblicato nel settembre 2020 dall’etichetta berlinese Morphine Records.
Si รจ esibita in diversi festival e locations fra cui il Museo Reina Sofia, la Biennale di Venezia, il Berghain, il Funkhaus, l Cafรฉ Oto, il Mutek Festival.
La performance sonora di Marta De Pascalis per Ogni Altro Suono consisterร  in synth e tape loops, dove ripetizioni di patterns si inseguono per tessere una trama spaziale e catartica.
๐‚๐š๐ซ๐ฅ๐จ๐ฌ ๐‚๐š๐ฌ๐š๐ฌ
(Barcellona, 1974) รจ filmmaker e artista visivo ed il suo lavoro รจ un incroccio fra film documentari, e cinema, fra arti visive e suono. Basandosi sullโ€™idea guida di registrazione audio e visiva sul campo, Casas esplora con foto, installazioni, film e progetti audio, gli ambienti estremi (geograficamente, psicologicamente o socialmente) del pianeta concentrandosi sullโ€™esperienza transculturale. Nel 2000 codirige il corto Afterwords, presentato al festival di Venezia e a quello di Rotterdam. Rocinha. Daylight of a favela (2003) รจ il suo primo documentario di 52โ€™, girato nella piรน estesa favela di Rio de Janeiro a cui segue, lโ€™anno successivo, il primo episodio di End, una trilogia di lavori dedicati al vivere in situazioni estreme e remote sulla terra*: Aral. Fishing in an invisible sea, รจ lo straordinario racconto sulla vita delle tre generazioni di pescatori sul lago di Aral. Il film ha vinto il premio come miglior documentario al Torino Film Festival nel 2004, รจ stato selezionato al Rotterdam film festival, a Visions du reel di Nyon, a One World Prague e a Documenta Madrid dove ha conseguito la menzione speciale della giuria. Nel 2005 ha concluso Solitude at the end of the world, film risultato della sua ricerca in Patagonia, che ha ottenuto il premio speciale della giuria al Buenos Aires International Film festival nel 2006. La trilogia di film, dedicata di fatto alle condizioni ambientali del pianeta, si รจ chiusa con progetto sulla Siberia, premiato come miglior documentario al Mexico International Film Festival FICCO 2008.
Nel giugno 2010 l’Hangar Bicocca di Milano ha presentato END, una mostra completa dei film della trilogia e del relativo materiale, composta dalla prima monografia di Casas curata da Corraini. Avalanche, il suo progetto di impegno di una vita in un villaggio del Pamir, รจ stato presentato dal 2006 in diversi formati e presentazioni in festival e luoghi di tutto il mondo. Cemetery, il suo ultimo progetto รจ una rivisitazione del mito del cimitero degli elefanti ed รจ stato presentato in anteprima in modalitร  installazione ed esposizione alla Fondation Cartier nel settembre 2016 e alla Tate Modern nel marzo 2017. La sua versione cinematografica รจ stata presentata in anteprima e premiata alla FID Marsiglia 2019 e viene presentato nei festival di tutto il mondo. Nel 2018 e nel 2019 le retrospettive del suo lavoro
sono state presentate a Cinematek Bruxelles e Cineteca/DocumentaMadrid.
Nel 2019 รจ stato invitato alla Biennale fo Architecure per presentare un’installazione sonora nel Padiglione dell’Uzbekistan, a giugno 2019 ha presentato la sua installazione 1883 alla Biennale di Shanghai nella Power station of art, nel 2019 ha presentato la sua installazione END alla Biennale di Bangkok . e nel 2022 ha presentato la sua installazione Kiklop/Cyclope alla Biennale di Istanbul. รˆ co-fondatore di Map Productions, una societร  di produzione che gestisce con il suo partner Saodat Ismailova, e anche dell’etichetta sonora Von Archives. รˆ l’attuale direttore del programma di Fabrica.
รˆ visiting professor al Dartmouth College USA e all’ECAM Madrid. Dove insegna corsi come Sonic Landscapes, Audio-Vision ed Ex-panded Ethnography.
Per Ogni Altro Suono presenterร  parte della sua ricerca e materiale registrati in Salento e parte del suo nuovo disco di uscita eminente, “Spaccapietre”.
Ogni Altro Suono รจ un progetto prodotto da Ramdom con la Direzione artistica di Donato Epiro,con il sostegno del Ministero della Cultura.
Il programma รจ sostenuto dal FUS – Fondo Unico dello Spettacolo del Ministero della Cultura